Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Vittorie in coppia per le squadre torinesi

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, generosa e nulla più, riuscendo a gioco lungo a far emergere la propria superiore caratura e a tornare al successo al termine di una partita ricca di colpi di scena, miglior viatico per il cruciale impegno europeo di giovedì a Friburgo.

Le rappresentanti del calcio sotto la Mole possono archiviare con un sorriso di coppia la 26ª giornata di campionato. Prima a scendere in campo, nell'anticipo domenicale dell'ora di pranzo, la squadra di Juric, che sul sempre ostico terreno del Via del Mare presentava la novità Gravillon nel "braccino" di destra di una linea difensiva completata da Schuurs e Buongiorno. Sugli esterni la consolidata efficacia di Singo e Rodriguez, mentre le chiavi del centrocampo erano affidate a Ilic e Linetty. Fra i trequartisti veniva riproposto Radonjic al fianco di Miranchuk (entrambi molto ispirati) a supporto del terminale offensivo Sanabria.

I granata prendevano subito in mano il controllo dell'iniziativa tramite un articolato fraseggio di qualità teso a stanare gli avversari per colpirli con inserimenti in verticale e iniziative sulle fasce laterali. Il Lecce, dal canto suo, cercava di pungere con giocate di rimessa.

Nel giro di tre minuti, poco oltre il 20', il Toro metteva l'ipoteca sulla sua affermazione grazie allo schema su calcio piazzato con cui Miranchuk pescava l'inserimento di Singo sul secondo palo ed all'irresistibile sgroppata di Radonjic che serviva a Sanabria la palla per un gol di rapina da bomber vero.

I salentini accusavano il colpo mentre il Toro continuava a tenere alta la pressione in un contesto caratterizzato da crescente nervosismo (censurabile su tutti il parapiglia scoppiato dopo l'intervento di Ilic su Strefezza) ed entrate sempre più dure. I torinisti erano bravi a mantenere lucidità e testa fredda, rientrando negli spogliatoi per l'intervallo sul doppio vantaggio e soprattutto senza subire cartellini rossi.

Ripresa col pilota automatico inserito. La sterilità della reazione leccese e il confronto, sempre spezzettato, favorivano l'atteggiamento conservativo della squadra di Juric, che poteva rifiatare anche con le sostituzioni "ruolo per ruolo". Poche emozioni e porta di Milinkovic-Savic mai in pericolo sino al triplice fischio che sanciva la meritata vittoria torinista.

Rinfrancato da due successi consecutivi, il Toro potrà ricevere domenica pomeriggio la capolista Napoli con la leggerezza d'animo di chi non avrà nulla da perdere.

Pazza Juve tra freschezza giovanile, pericolose amnesie, errori in corso d'opera e ritorno di fiamma per una vittoria più complicata del previsto a causa del proprio autolesionismo a spese di una volitiva Sampdoria. Infortuni e squalifiche portavano Allegri a rimescolare la formazione, schierando il rientrante Bonucci in luogo di Alex Sandro al centro della difesa, De Sciglio a far rifiatare Cuadrado assieme a Kostic sugli esterni, mentre a centrocampo il sempre più determinante Rabiot veniva affiancato dal già solido Fagioli e dall'ancora acerbo Barrenechea. Positiva in avanti la prestazione di Miretti nelle vesti di vice Di Maria, con Vlahovic che al contrario non vede ancora la luce in fondo al tunnel.

Scampato il pericolo (e non ascoltato il campanello d'allarme) delle prime due incursioni di Gabbiadini, i bianconeri cominciavano sorprendentemente a macinare gioco con buon ritmo, alternando manovre avvolgenti a imbucate in verticale e spunti sulle fasce (Kostic su tutti), facendo leva anche e soprattutto sulla freschezza e la sfrontatezza della propria "lineaverde". Unico neo il continuo chiamare il proprio centravanti al dialogo con i compagni facendo da boa, invece di servirlo con cross calibrati o lanci in profondità che ne esalterebbero le caratteristiche.

Gli stacchi perentori di Bremer e Rabiot sui deliziosi inviti di Kostic e Miretti sembravano far passare i titoli di coda sul confronto quando si era appena esaurito il primo quarto di gara, ma la Vecchia Signora diventava vittima della fatale combinazione fra leggerezze di gioventù e stanchezza mentale della vecchia guardia, che portavano a considerare troppo presto i tre punti già in tasca.

Madama staccava la spina e nel giro di due minuti subiva la clamorosa rimonta dei blucerchiati, venendo presa d'infilata dalle manovre in velocità finalizzate da Augello e Duricic. Basiti, gli uomini di Allegri smarrivano di nuovo le loro certezze e restavano in balìa dei ringalluzziti avversari fino al riposo, con più di un brivido che correva lungo la loro schiena e quella dei tifosi.

L'intervallo portava consiglio oltre alla sferzata del mister livornese e gli innesti del più "robusto" ed esperto Locatelli in luogo di Barrenechea e di Cuadrado per Bonucci con arretramento di De Sciglio in difesa, davano nuova linfa alla Signora per una ripresa a senso unico.

La Juve tornava avanti grazie alla percussione di Rabiot graziato dal VAR (le immagini a disposizione non chiarivano se avesse stoppato o meno la palla col braccio) dopo lo scambio con Fagioli, poi la sceneggiatura del confronto con i liguri riservava altri colpi di scena. Vlahovic non riusciva a superare il periodo nero spedendo sul palo il rigore procuratogli da Cuadrado che avrebbe potuto chiudere la partita, quindi la Juve insisteva nell'offensiva centrando l'incrocio con il colombiano e fallendo una ghiotta opportunità col subentrato Soulé, mentre il risultato restava formalmente appeso a un filo anche se la Sampdoria latitava dalle parti di Szczesny.

Solo in pieno recupero gli juventini potevano tirare un sospiro di sollievo quando l'inzuccata dello sfortunato centravanti serbo deviata contro la traversa di Turk (terzo legno di serata, come a Roma) veniva ribadita in rete da Soulé, che festeggiava così il suo battesimo del gol in serie A. Rimessasi in carreggiata in campionato pur con qualche apprensione di troppo sconsigliata ai deboli di cuore, la Vecchia Signora dovrà ora recuperare uomini ed energie in vista della cruciale trasferta tedesca di Europa League che giovedì la vedrà affrontare il Friburgo e del sempre sentito derby d'Italia di domenica sera in casa dell'Inter.

Fotografia: Virgilio Sport

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 13/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023

Serie A: la Juve scavalca in classifica il Toro in attesa del derby

  Prestazioni speculari (solo un tempo all'altezza) e diametralmente opposte nell'esito finale per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole in un ventitreesimo turno di campionato dal sapore agrodolce. La Juventus, pur faticando oltre misura, passa a La Spezia compiendo un altro passo della sua irta scalata verso le posizioni che contano, mentre il Torino prima si illude, poi...leggi
21/02/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05016 secondi