Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Torinesi in altalena in serie A: poker Toro, crisi della Juve

I granata sferrano il poker alla Salernitana, la Juve si inchina al Napoli

Psicodramma di una Juve masochista, che serve su un piatto d'argento due succulenti cioccolatini ad un Napoli comunque superiore, vanifica quel poco di buono fatto vedere nella prima frazione di gioco ed esce sconfitta dal "Maradona" rimanendo ancorata alla zona retrocessione, con la peggiore partenza in campionato dal 2015-2016 (anche in quel caso un punto dopo tre gare, seguito però dalla inarrestabile rimonta che portò allo scudetto).

Rinascita del Toro, che comincia a carburare e a trarre vantaggio dagli acquisti dell'ultima ora nel mercato estivo, fa il suo travolgendo a gioco lungo una Salernitana non attrezzata per la massima divisione, incamera la prima vittoria stagionale e può guardare con maggiore fiducia al cammino di crescita che lo attende.

Gioie e dolori, dunque, per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole dopo il terzo turno di serie A. Aperitivo molto indigesto quello andato di traverso nell'anticipo del sabato ai sempre più sconcertanti bianconeri. Costretto a schierare una formazione di emergenza a causa del tardivo rientro alla base dei sudamericani dopo gli impegni con le nazionali, il pragmatico Allegri faceva di necessità virtù affidandosi ad uno schieramento molto accorto (che in alcuni frangenti definire catenacciaro non sarebbe stato blasfemo) imperniato su un 4-4-1-1 in fase difensiva, con l'avanzamento degli esterni Bernardeschi e Kulusevski a supporto di Morata nelle rare sortite offensive.

Approfittato con cinismo grazie alla caparbietà del centravanti spagnolo del regalo confezionato in apertura da Manolas (il primo della sagra degli errori che caratterizzerà Napoli-Juve), la Vecchia Signora lasciava il pallino del gioco ai partenopei senza correre pericoli, ma anche senza riuscire a produrre azioni degne di nota nonostante qualche buono spunto di Locatelli, mentre Kulusevski non capitalizzava il secondo omaggio della serata fornito da Insigne, che avrebbe probabilmente chiuso la contesa.

Partita in ghiaccio e pilota automatico inserito per condurre la nave del successo in porto? Per la Juventus di questi tempi è una pia illusione, tant'è che all'alba della seconda frazione i fantasmi di un avvio di campionato da incubo tornavano a materializzarsi e i bianconeri entravano in modalità autolesionista. Dopo l'ennesima papera di Szczesny, sempre più sprofondato nel tunnel dell'insicurezza del quale per ora non si vede la fine, i giocatori di Allegri si scioglievano come neve al sole palesando una preoccupante fragilità mentale all'insorgere delle prime difficoltà e l'incapacità di gestire l'imprevisto e reagire. Il calo fisico e i troppi errori di concetto ed esecuzione contribuivano ad amalgamare la frittata, servita in seguito al grottesco tentativo di autogol di Kean, emulo dei migliori Niccolai e Francesco Morini del passato. La squadra di Spalletti ringraziava e intascava una vittoria perlomeno cercata con maggiore determinazione rispetto agli avversari, pur non avendo quasi mai impegnato il portiere polacco di Madama.

L'impresa per mister Allegri si fa sempre più ardua. Dare un'identità, riuscire a far rendere al meglio un gruppo con evidenti carenze strutturali e qualitative (specie nel settore nevralgico) e inculcare nuovamente una mentalità "da Juve" anche nell'ormai sazia vecchia guardia, sarà la sfida da vincere per non vivere una stagione nel limbo dell'anonimato. Malmoe e il lanciatissimo Milan le prossime prove d'appello che non faranno di certo dormire sonni tranquilli all'ambiente juventino.

Sorride invece la sponda granata della città. Il Toro, pur orfano del suo infortunato capitan Belotti, comincia ad assumere la fisionomia voluta da Juric e i nuovi arrivi stanno ripagando gli sforzi fatti sul mercato. Contro la fragile matricola Salernitana, ha subito destato buona impressione Zima, utile tassello a completare il raparto difensivo assieme a Bremer e Rodriguez, mentre Pobega ha bagnato l'esordio con un gol e Praet ha messo in luce sprazzi di dinamismo nel quarto d'ora in cui è stato impiegato.

Buone notizie anche dal centrocampo, in cui Lukic e Mandragora hanno alternato qualità e quantità nell'impostazione della manovra, con Ansaldi, migliore in campo con un'incursione vincente vanificata solo dal fuorigioco e due splendidi assist, e Singo dominatori delle corsie esterne. Apprezzabile anche il movimento dei trequartisti di giornata Linetty e Pjaca a supporto dell'implacabile terminale offensivo Sanabria (nella foto di www.torinofc.it il suo stacco vincente per il gol dell'1-0).

Seppur il rapporto di forze in campo con la squadra di Castori fosse impari, i granata, chiamati a fare la partita, hanno avuto il merito di assolvere in pieno al compito (cosa successa di rado in passato) e di concretizzare la superiorità mostrata conducendo in porto la vittoria. A voler trovare il pelo nell'uovo, ha lasciato ancora qualche perplessità la difficoltà a sbloccare il risultato nonostante un primo tempo dominato quasi costantemente, qualche eccesso di sufficienza nei disimpegni difensivi (leggi il rischio corso da Milinkovic-Savic sulla pressione dell'ex Bonazzoli) e il piazzamento della retroguardia sulle palle alte, come testimoniano il palo colpito di testa da Di Tacchio e la rete sfiorata da Duric a metà ripresa.

Valore aggiunto invece gli inserimenti in zona gol dalle retrovie, con la conferma della costanza di Bremer e la lieta sorpresa di Pobega, centrocampista per altro non nuovo ad andare a segno. Dopo il raddoppio del difensore brasiliano la Salernitana mollava gli ormeggi palesando tutta la sua fragilità e il Toro chiudeva la pratica dilagando in un festoso finale in cui anche Lukic trovava il suo meritato premio di giornata. Nella trasferta di venerdì sera in casa dello spumeggiante Sassuolo la squadra di Juric dovrà cercare di salire un altro gradino nel proprio cammino di crescita.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 13/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Weekend nero per Juve e Toro: doppio ko con le toscane

Toscane indigeste per le due torinesi del pallone, che escono con le ossa rotte dal confronto con la sorprendente matricola Empoli e la già convincente Fiorentina, arrivando alla prima pausa del campionato clamorosamente ancorate al fondo della classifica dopo la deflagrazione di tutte le loro carenze strutturali e mentali....leggi
31/08/2021

Il Toro tiene testa all'Atalanta, la Juve frenata dall'Udinese

Un Toro generoso e finalmente grintoso viene beffato da una Dea narcisista ma estremamente concreta, che con cinismo raccoglie molto di più di quanto seminato e meritato. La Juve, presuntuosa e distratta, oltreché bersagliata dalla sfortuna, compie un mezzo suicidio sportivo a Udine e getta al vento i primi due punti della stagione vedendosi sfilare dai caparbi friulani u...leggi
23/08/2021

Juve e Toro raggiungono gli obiettivi dopo una stagione travagliata

  Tutto è bene quel che finisce bene, come recita il detto popolare. Juventus e Torino chiudono una stagione travagliata, fatta di troppe ombre e poche luci, portando a casa il "minimo sindacale" dei rispettivi obiettivi col desiderio di voltare in fretta pagina e proiettarsi sulla prossima annata, in cui sarà necessario cambiare registro su ambo i fronti per tornare ...leggi
24/05/2021

La Juve torna a sperare nella Champions, Toro ko a La Spezia

  Il Toro affonda nel golfo di La Spezia, ma il salvagente Simy lo tiene a galla e gli consente di essere arbitro del proprio destino nei suoi ultimi due impegni stagionali. La Juve riesce a piegare l'Inter scudettata al termine di un derby d'Italia come al solito ricco di veleni, ma dopo il colpo del Napoli a Firenze la qualificazione alla Champion...leggi
17/05/2021

La Juve rialza la testa col Sassuolo. Disfatta del Toro col Milan

La Juventus rialza la testa, ritrova i suoi campioni e, seppur fra qualche sbavatura di troppo, espugna il campo del Sassuolo tenendo in vita una flebile speranza di entrare in zona Champions. Un Torino irriconoscibile e stranamente privo di stimoli si consegna invece allo scatenato Milan, subendo un'umiliante scoppola casalinga (la seco...leggi
13/05/2021

La Juve affonda col Milan. Pari in trasferta del Toro con il Verona

  La premiata ditta Ansaldi-Vojvoda stava per concedere il bis e regalare al Toro il successo della salvezza, ma i granata si distraggono sul più bello facendosi agguantare dal Verona e devono rimandare il momento in cui tirare definitivamente il fiato. La Juve cola a picco contro il Milan, compromette forse in maniera definitiva una stagione già di per sé fall...leggi
10/05/2021

Scatto salvezza del Toro. La Juve ribalta l'Udinese

Una Juve da encefalogramma piatto per ottanta minuti si aggrappa a due sussulti di Ronaldo, ribalta un'Udinese incredula quanto ingenua e resta in corsa per un posto nella volata Champions. Il Toro sente il peso della posta in palio, arranca, ma dopo un'ora riesce a fare breccia nel muro del Parma e incamera tre boccate d'ossigeno puro rilanciandosi verso il traguardo salvezza. Turno d...leggi
04/05/2021

La Juve non va oltre il pari a Firenze, stop del Toro col Napoli

    Bianconeri indolenti, granata imbambolati ed entrambi irretiti dagli avversari. Partite fotocopia per Juventus e Torino nell'ultimo turno di campionato, al termine del quale le due rappresentanti del calcio sotto la Mole vedono complicarsi parecchio la corsa verso i rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
27/04/2021

Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.   Di platino quelli co...leggi
12/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021

Il Toro cede di misura alla capolista Inter, la Juve espugna Cagliari

Un Torino generoso quanto ancora rimaneggiato va ad un passo dal fermare la capolista Inter, poi cade vittima delle proprie ingenuità e del cinismo dei nerazzurri e rimane profondamente impelagato nelle acque basse della classifica. La Juventus comincia lentamente a smaltire la ...leggi
15/03/2021

La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza ...leggi
08/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09441 secondi