Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Champions, Juventus vai avanti!

Gli ultimi avvenimenti, compresa la sconfitta della Juventus a Parma, mi hanno reso più prudente a proposito del pronostico della prossima giornata di Champions League. E anche se continuo ad essere ottimista circa il passaggio del turno dei bianconeri, ho rivisto il mio giudizio sul Monaco. Ribadito che era il miglior avversario possibile per la Juventus, non credo affatto che tutto sia così facile come anche a me sembrava al momento del sorteggio. Il Monaco è la terza forza del campionato francese e negli ottavi ha eliminato l'Arsenal, seconda del campionato inglese. Fuori casa il Monaco è andato a vincere per 3-1, resistendo poi al ritorno degli uomini di Arsen Wenger che nel principato si sono imposti per 2-0. Questo per quanto riguarda i risultati ottenuti sul campo. 

Se, invece, analizziamo la tipologia di gioco, scopriamo un avversario compatto ed equilibrato molto abile nel difendersi almeno quanto è agile nel contropiede. Per me la Juve è più forte del Monaco, ma in un doppio confronto diretto è possibile che le gerarchie si rovescino. Fossi in Allegri, non sottovaluterei nemmeno il clamoroso scivolone di Parma. Conosco già l'obiezione: quella che ha perso in Emilia non era la vera Juve, quelli che sono scesi in campo avevano già la testa all'impegno europeo. Tutto vero, ma l'allentamento della tensione non è mai un buon sintomo. A me, nonostante i rischi oggettivi corsi, erano piaciute di più le scelte di Allegri con la Fiorentina in coppa Italia. Non solo l'allenatore voleva vincere per conquistare la finale, ma sapeva che solo vincere aiuta a vincere. Perdere a Parma, seppure con una formazione imbottita di riserve, non è il modo più elegante per avvicinare la Champions. Ne va anche della famosa mentalità juventina sempre dedita a cogliere il massimo risultato. La mentalità è come un motore, va lubrificata continuamente, se non la si alimenta anche nelle occasioni apparentemente meno importanti rischia di bloccare la sua benefica attività. Detto tutto questo, non conquistare la semifinale sarebbe un delitto calcistico.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 14/04/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,04716 secondi