Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Juve campione d'inverno, Toro in scia alla zona Europa League

Domenica di sofferenza a lieto fine per Juventus e Torino, al termine della quale i bianconeri stringono in solitaria lo scettro di campioni d'inverno, mentre i granata tornano in piena zona Europa League. Per il calcio sotto la Mole non poteva chiudersi meglio il girone andata, con le squadre di Sarri e Mazzarri che doppiano la boa di metà stagione rilanciate a pieno titolo verso i rispettivi obiettivi.

Ad aprire le danze nel pomeriggio, dopo la complicata quanto felice parentesi infrasettimanale di Coppa Italia, era il Torino, che inanellava la seconda affermazione consecutiva piegando un ostico e prodigo Bologna. Nella circostanza i granata si sono rivelati concreti e solidi, anche se la loro condotta di gara, sparagnina specie nella ripresa, ha provocato più di qualche mugugno sugli spalti. Fiammate in partenza sull'asse Belotti-Berenguer che confezionavano la rete del vantaggio (poi rivelatasi decisiva) e gran spunto di Verdi (uno dei pochi a dire la verità, in capo ad una gara a lungo andare priva di sostanza) fermato solo dal montante.

Dopodiché l'inesorabile crescendo dei felsinei contenuto con troppe difficoltà dai granata, che si abbassavano eccessivamente di fronte all'insistito giro palla rossoblu e rischiavano più dovuto in difesa. Oltre alla generosità di Belotti, che trascinava e faceva respirare la squadra, ed alla smagliante condizione del trequartista spagnolo, in costante progresso fra strappi e galoppate offensive, in soccorso del Toro arrivavano gli errori di mira degli avversari, racchiusi nell'occasione fallita da Poli, nel palo centrato da Palacio e nelle due successive opportunità clamorosamente sciupate dall'argentino, sulla seconda delle quali Sirigu recitava ancora una volta il ruolo di baluardo inespugnabile.

In barba alle bizze di Verdi, Mazzarri dava maggiore equilibrio alla squadra con l'inserimento di Laxalt e, pur tenendo pericolosamente il risultato in bilico sino al triplice fischio, i granata riuscivano a condurre in porto una vittoria dal peso specifico elevatissimo (proprio perché arrivata al termine di una prestazione poco brillante e sofferta), mantenendo la porta inviolata per la seconda gara consecutiva e trovando finalmente una continuità di rendimento che li ricandida con forza nella corsa al palcoscenico europeo.

Alla serata di gala dell'Olimpico romano (foto Forzaroma.info), che sacrificava i colori sociali delle due squadre sull'altare del marketing e veniva purtroppo rovinata dai gravi infortuni occorsi a Demiral e Zaniolo, si presentava una Juve in abito sfavillante che in dieci minuti tramortiva i giallorossi e dava l'impressione di avere già archiviato la pratica, lanciando al tempo stesso un chiaro messaggio a Inter e Lazio, rivali per il titolo d'inverno e, presumibilmente sino al termine del campionato, per lo scudetto.

I difetti di personalità di una compagine ancora alla ricerca della propria definitiva identità erano però pronti a riemergere dietro l'angolo e la gestione del doppio vantaggio era tesa più ad amministrare il risultato e a far passare il tempo che non a mantenere il controllo dell'iniziativa costringendo l'avversario nella sua metà campo nel tentativo di chiudere l'incontro. Troppo basso il baricentro dei bianconeri, la cui circolazione di palla, specie in uscita dalla difesa e nella prima fase dell'impostazione, era accompagnata da errori da matita blu nel disimpegno, per fortuna della squadra di Sarri non sfruttati dai giallorossi, soprattutto sui calci piazzati.

Nella ripresa ripresa la Juve continuava a traccheggiare consegnandosi al crescendo (per la verità piuttosto inconcludente) dei romanisti, mancava di lucidità e cinismo nel capitalizzare le ripartenze che avrebbero messo la parola fine alla gara e con l'ennesimo tocco pallavolistico nella propria area frutto del calo di concentrazione (Alex Sandro il protagonista negativo di giornata) si complicava la vita riportando a sorpresa in partita la squadra di Fonseca. Sofferenza pura negli ultimi venti minuti, con difesa senza fronzoli in stile d'altri tempi (bene soprattutto un De Ligt rigettato nella mischia in emergenza) alleggerita dalle sortite offensive di Higuain e Ronaldo, cui difettava però la mira. La Juve aveva il merito di fare quadrato sorretta anche dal pragmatismo tattico del suo allenatore e conquistava una vittoria di capitale importanza per la classifica e le proprie certezze.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 13/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve vince nel ricordo di Anastasi, Toro ribaltato dal Sassuolo

Dopo lo spumeggiante intermezzo di Coppa Italia contro l'Udinese la Juventus piega soffrendo più del dovuto un indomito Parma, approfitta del mezzo passo falso dell'Inter a Lecce (anche per Conte vale il detto "nessuno è profeta in patria") e dà vita al primo vero tentativo di fuga al comando del campionato, mentre i...leggi
20/01/2020


Supercoppa amara per la Juve, il Toro scivola in casa

  Dai gol siderali di Dybala e, soprattutto, Ronaldo che hanno permesso ai bianconeri di chiudere l'anno in vetta alla classifica, al weekend nero che ha portato un'abbondante fornitura di carbone, rimpianti e riflessioni sotto l'albero delle due torinesi per un Natale calcistico d...leggi
23/12/2019

La Juve ritrova la vetta, il Toro perde una grossa occasione a Verona

Un Toro shock fa restare il pranzo sullo stomaco ai suoi sempre più sconcertati tifosi, mentre la Juve, finalmente bella ed efficace, limita la pennichella domenicale al finale di partita dopo aver fatto un sol boccone dell'Udinese e assapora un corroborante digestivo serale offerto dalla distilleria viola che le consente di agganciare l'Inter al...leggi
16/12/2019

La Juve va ko contro la Lazio, il Toro regola la Fiorentina

  Una Juventus in versione gigante dai piedi di argilla crolla sotto il peso sempre più opprimente delle proprie lacune e vede avanzare all'orizzonte nuvoloni neri piuttosto preoccupanti, mentre il Torino dei piccoli passi riesce finalmente a trovare continuità di risultati e rendimento riportandosi in una posizione di ...leggi
09/12/2019

La Juve bloccata in casa dal Sassuolo, boccata d'ossigeno per il Toro

La Juve vede esplodere in una domenica uggiosa tutti i suoi recenti problemi e perde la testa della classifica a favore di un'Inter arrembante e concreta, mentre il Toro ritrova, solo per il risultato, il sorriso e torna dalla trasferta di Genova con tre punti che ridanno ossigeno all'ambiente, senza però dissiparne le ombre. Tanto tuon&...leggi
02/12/2019

La Juve sbanca Bergamo, Toro in crisi d'identità

  La Juve continua a ballare da sola in vetta alla classifica al ritmo di un tango argentino in HD che continua a risolverle, assieme all'interpretazione arbitrale del regolamento, problemi ormai diventati strutturali; Toro da profondo rosso, impaurito, privo di personalità e relegato sempre più all'anonimato, “ma...leggi
25/11/2019

Il Torino risorge a Brescia, la Juventus supera a fatica il Milan

Il Toro rialza la cresta trascinato dal “gallo” Belotti (fotografia: www.torinofc.it), la Juve mantiene la vetta della classifica con la “solita” vittoria di misura che scaccia anche i “mal di pancia” di un indisponente Cristiano Ronaldo. Le due torinesi fanno il pieno e vanno alla sosta per le nazionali rinfrancate e in linea di galleggiame...leggi
11/11/2019

La Juve vince il derby ma dal Toro arrivano segnali di risveglio

  Un Sirigu in forma strepitosa tiene a galla sino al termine il Toro, ma una Juve concentrata e “sul pezzo” piazza la zampata vincente facendo valere con cinismo la maggiore caratura e fa suo un derby spigoloso, “sporco”, ma allo stesso tempo vibrante e dalle immancabili polemiche secondo tradizione (fotografia: sito uff...leggi
04/11/2019


Due deludenti pareggi per Juventus e Torino

Juventus leziosa e sciupona che conserva il primato in classifica solo grazie alle contemporanee frenate degli avversari (vittime delle scorie di Champions League come i bianconeri) e Torino convalescente ancora autore di un'enigmatica gara dai due volti. Il turno di campionato prologo di un'intensa settimana che sfocerà nel derby della Mole ha regalato poche soddisfazioni sulle...leggi
28/10/2019

La Juve vince a fatica col Bologna, il Toro scivola a Udine

  Una Juve ancora incompiuta viene trascinata dalla vecchia guardia e mantiene la testa della classifica, mentre il Toro fornisce un'altra prestazione a due facce e cade a Udine in un turno di ripresa del campionato dopo la sosta per le nazionali caratterizzato da alti e bassi per le due squadre della Mole. ...leggi
21/10/2019

Alla Juve il derby d'Italia, il Toro ingabbia il Napoli

  La Juve di Sarri dà una lezione di gioco e di tattica all'Inter di Conte, si riprende la vetta della graduatoria e certifica che il divario tra sé e le rivali è ancora consistente. Il Toro ingabbia il Napoli, tiene testa ai più quotati rivali e strappa un punto meritato, suggellato da un finale in cresce...leggi
07/10/2019

La Juve regola la Spal, il Toro sulle montagne russe a Parma

  Juventus quasi a regime che scalda i motori in vista delle prime prove della verità stagionali, Torino coraggioso, distratto e sfortunato che ruzzola a terra dopo le montagne russe di Parma. Indicazioni contrastanti per le due torinesi dopo una sesta giornata di campionato...leggi
30/09/2019

Il Toro batte il Milan, la Juve ritrova il sereno a Brescia

  Resurrezione Toro e ampi squarci di sereno nel cielo della Juve. Ha riservato emozioni vietate ai deboli di cuore il turno infrasettimanale di campionato, al termine del quale i bianconeri restano nella scia dell'Inter capolista, mentre i granata salgono di nuovo nei quartieri al...leggi
26/09/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07177 secondi