Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

La strada bianconera per raggiungere il Wanda Metropolitano

Per la maggior parte dei bookmaker, anche quelli di netbet.it, è la favorita per il passaggio del turno. Dopo la prestazione messa in campo contro l’Atlético di Madrid nella gara di ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2018/2019, l’urna di Nyon ha riservato alla Juventus una vecchia conoscenza, i lancieri dell’Ajax. Proprio contro la squadra di Amsterdam i bianconeri hanno vinto la loro ultima coppa dei campioni, come veniva chiamata un tempo. Successe all’Olimpico di Roma, nella stagione 1995/1996, 5-3 ai calci di rigore dopo che i novanta minuti regolamentari e la mezzora di extra time erano andati in archivio col punteggio inchiodato sull’1-1.

Ma torniamo all’attualità. A questo punto della competizione più prestigiosa d’Europa sono arrivate quattro squadre inglesi (le due di Manchester, il Liverpool e il Tottenham), una lusitana (quel Porto che ha eliminato la Roma), una spagnola (il Barcellona) e i già citati olandesi dell’Ajax (oltre naturalmente alla Vecchia Signora).

La grande novità di questa stagione è che, come per il tennis, già conosciamo i possibili abbinamenti delle due semifinali. E così in caso di passaggio del turno la Juventus dovrà affrontare la vincente del derby inglese fra Manchester City e Tottenham Hotspur, mentre nella possibile finale del Wanda Metropolitano di Madrid, prevista per il primo giugno 2019, potrebbe trovare ad aspettarla il Barcellona.

Una sorta di remake. Perché nelle ultime cinque stagioni i piemontesi hanno raggiunto l’atto conclusivo della Champions League per ben due volte. Nel 2016/2017 al Millennium Stadium di Cardiff, in Galles, ebbero la meglio le maglie bianche del Real Madrid. Una sconfitta per 1-4 maturata soprattutto nel secondo tempo. Un paio di anni prima, nel 2014/2015, all’Olympiastadion di Berlino, in Germania, a imporsi furono i blaugrana del Barcellona. Anche in quel caso il KO per 1-3 arrivò principalmente nella ripresa. Unico altro pensiero per l’ultima squadra italiana rimasta in corsa per la coppa dalle grandi orecchie sarà il campionato. Anche se…

Al momento in cui scriviamo, settimana di sosta per gli impegni delle nazionali nelle qualificazioni a Euro 2020, i punti di vantaggio della fidanzata d’Italia sulla più diretta inseguitrice in classifica ammontano a 15. E poiché da assegnare ne restano ancora 30 prima della conclusione del torneo, significa che per avere la matematica certezza dell’ottavo scudetto di fila, le basterà conquistare la metà della posta ancora in palio (in pratica 5 vittorie in 10 giornate).

Toccata quota 90 punti, infatti, solo il Napoli (ma dovrebbe vincere tutti e dieci i restanti impegni) potrebbe raggiungere la Vecchia Signora. Tuttavia i giocatori azzurri sono in svantaggio negli scontri diretti, essendo stati sconfitti sia nel match d’andata allo Stadium, 1-3, che in quello di ritorno al San Paolo, 1-2. E il regolamento del campionato di Serie A 2018/2019 parla chiaro: in caso di arrivo a pari punti al termine delle trentotto giornate, per la composizione della classifica finale e per l’assegnazione dei vari titoli sportivi, si terrà conto come primo criterio dei punti conquistati negli scontri diretti.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 01/04/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,06699 secondi